Leggendo questo post sul blog di Tagliaerbe, ho visto questa immagine (qui sopra) davvero interessante e molto esplicativa: le ‘zone calde’, di colore rosso, sono quelle che ricevono il maggior numero di click.

Quest’immagine spiega come i siti più cliccati sono quelli che compaiono nella parte sinistra (ed ovviamente ai primi posti) piuttosto che i collegamenti sponsorizzati di AdWords sulla destra.

Come dice il titolo del post: SEO vs PPC, è meglio investire il proprio tempo (o denaro) nella ottimizzazione e nel posizionamento del proprio sito piuttosto che affidarsi semplicemente al servizio a pagamento di Google: il numero dei visitatori è considerevolmente maggiore.

Oggi voglio aprire una discussione con voi lettori su quali siano i metodi per aumentare i guadagni con AdSense di Google. Attendo quindi i vostri commenti, ed in particolare da quei webmaster che hanno effettuato dei test per aumentare i loro ricavi.

Ecco alcuni test che si possono fare:

– Attraverso i criteri per l’annuncio valutare se è meglio utilizzare colori omogenei al resto della pagina oppure colori piu vivaci o comunque che si discostano dalla pagina (il pro è che sono più visibili, il contro è che si capisce chiaramente che quello è uno spazio pubblicitario).

– Quali sono i formati che rendono di più? E in quale posizione è preferibile metterli? (Luca ci suggerisce di metterli vicino le immagini. Ma senza esagerare, aggiungo io, guardate questo post del blog ufficiale di AdSense)

– Cercare di capire, magari utilizzando AdWords, quali sono le parole in questo momento più pagate e fare delle pagine con tali contenuti piuttosto che altri.

– Infine, rendono di più gli annunci di testo e illustrati, di solo testo o gli insiemi di link?

Per le risposte a questi test o per suggerirne altri non esitate a postare i vostri commenti 😉