Ieri sera, a Lucca, è stato arrestato  Fouzi Hadj, l’ex presidente della Lucchese. La Procura di Lucca, infatti, indagando sul fallimento della suqadra di calcio della Lucchese ha aperto un’inchiesta nella quale risulta coinvolto anche l’ex patron della squadra.

L’accusa è quella di falso in bilancio e bancarotta fraudolenta.  Hadj dovrà spiegare dove sono finiti circa 300mila euro provenienti dalla cessione del giocatore Francesco Di Gennaro al Gallipoli e mai entrati nella contabilità della società.

Platini vuole lasciare il segno durante il suo incarico come presidente UEFA ed in particolare si sta battendo per fare in modo che le società di calcio siano più responsabili e meno ‘ballerine’. La sua battaglia è contro le società spendaccione che sembrano non curarsi del loro bilancio.

Platini a tal proposito sta incontrando diversi ostacoli e sembra che la sua proposta ferrea venga poi tramutata in una forma un po’ più libera che obbligherebbe le società di calcio a rientrare con le perdite di bilancio nel giro di 3 anni. Si vorrebbe quindi impedire quello che sta succedendo in particolare in Inghilterra ed in Spagna e costringere a sistemare il proprio bilancio entro la soglia dei tre anni.

Questa proposta sembra però essere facilmente raggirabile: si tratterebbe, infatti, di spostare un anno prima o un anno dopo le spese in modo da far risultare il bilancio in attivo. Qui però noi ci fermiamo  e lasciamo spazio agli esperti della contabilità.